BELLI & BRUTTI 2018

DOGMA

Regia Matteo Garrone. Cast Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Adamo Dionisi, Nunzia Schiano, Francesco Acquaroli, Aniello Arena, Gianluca Gobbi, Laura Pizzirani, Giancarlo Porcacchia. Genere Thriller/drammatico, 2018 ITALIA.

Roma 1988, il film si ispira all’omicidio del criminale e pugile Cianni, per mano del toelettatore Pietro Negri, chiamato El Canaro.

La presentazione del toelettatore è un pò troppo lunga, si fa di tutto per umanizzare questo piccolo uomo, dalla voce stridula, per renderlo simpatico fin dall’inizio.
Non ho apprezzato il fatto che l’unico cane rappresentato indemoniato è un dogo argentino, già troppo osannato dalle nostre città italiane e non solo. Tralasciando queste piccole inerzie, Garrone ci porta in un cinema diverso dove con le sue immagini e personaggi ti trascina in una storia che prende varie forme per concludere in un finale inaspettato.

SULLA MIA PELLE

Regia Alessio Cremonini. Cast Mauro Conte, Max Tortora, Jasmine Trinca, Andrea Lattanzi, Milva Marigliano, Alessandro Borghi. Genere Drammatico, 2018 ITALIA.

Nel 2009, Stefano Cucchi fu arrestato per spaccio, muore in custodia delle forze dell’ordine, la famiglia di Cucchi inizia un doloroso percorso alla scoperta della verità.

Un film potentissimo, la storia ancora di più, il sistema è completamente marcio.
Distruzione, solitudine e inettitudine accompagnano questo ragazzo indifeso, in qualche modo vorresti essere li per aiutarlo. Tensione incredibile , Alessandro Borghi eccezionale nella parte del ragazzo agonizzante, il tutto contornato da un ottima musica.

UNA VITA SPERICOLATA

Regia Marco Ponti. Cast Lorenzo Richelmy, Matilda De Angelis, Eugenio Franceschini, Antonio Gerardi, Massimiliano Gallo, Libero De Rienzo. Genere Commedia, 2018 ITALIA

Un meccanico sull’orlo del fallimento si reca in una banca per richiedere un prestito per salvare l’attività.
Un semplice prestito si trasforma in una rapina a mano armata.

E’ così difficile creare una sceneggiatura credibile?
Beh a quanto pare si, dialoghi senza senso, scene banali e inverosimili. In questo anno sono uscite diverse opere veramente geniali e ben scritte, come quelle citate sopra, sembra che ancora qualche regista deve capire la differenza fra surreale e illogico.
Una vita spericolata è da vedere solo per capire come non si fa un film. Assolutamente da cestinare.